Aumentiamo le Difese Immunitarie

Cosa non dimenticare di mettere in tavola! Regola base: tutto di stagione!!!

Famiglia delle Crucifere: Verze, Broccoli, Foglie di Rapa, Cavolini di Bruxelles, Cavoli e Cavolfiori.

Metteteli in tavola almeno una o due volte la settimana: nelle parti verdi contengono sostanze con potente azione anticancro. Per questo non eliminate gambo e foglie, ma cuoceteli solo più a lungo.

Catalogna, Radicchio, Cicoria e tutte le verdure amare, crude o bollite, che potenziano le difese. Anche le radici come Soncino e Scorzonera devono entrare nella dieta abituale. La loro azione depurativa previene l’accumulo di scorie e rinforza il sistema immunitario. Ottimi anche il Tarassaco e l’Ortica, la verdura più ricca di ferro, da usare per minestroni e insalate.

N.B. ALLE VERDURE CRUDE AGGIUNGI QUALCHE GOCCIA DI LIMONE PER GARANTIRE IL MAX ASSORBIMENTO DEL FERRO!!!

I cereali integrali
Forniscono energia senza intasare il corpo di scorie. Meglio non esagerare con frumento e derivati (il glutine può scatenare intolleranza), preferendo pane di segale, paste integrali, di mais e di riso (possibilmente integrale), miglio, amaranto, kamut e orzo.

La frutta
Uva, soprattutto rossa, come frutto e in succo: è ricca di sostanze antiradicali che prevengono l’ossidazione cellulare (resveratrolo). Anche l’arancia è un frutto anticancro per la presenza di vitamina C, di flavonoidi e carotenoidi. Secondo l’Ayurveda le banane non devono mai mancare nella stagione invernale, almeno due volte la settimana: rinforzano il tessuto osseo.

Le spezie
Zenzero, cannella, chiodi di garofano e pepe nero riattivano il metabolismo e facilitano lo smaltimento delle scorie. Lo zenzero fresco, in particolare, può essere grattugiato nelle insalate o assunto in infuso.

Pomodori e peperoni
Ricco di betacarotene e licopene, potenti antiossidanti, il pomodoro protegge dal tumore alla prostata. Va gustato maturo e fresco, in insalata, condito con poco sale e olio d’oliva. Anche il peperone ha molti polifenoli, ed è una ottima fonte di vitamina C (quasi il triplo dell’arancia). Perciò va tagliato in striscioline e mangiato crudo in insalata (cotto perde le sue virtù). Il migliore è quello rosso o giallo.

I legumi
Vanno consumati ogni giorno. Se non sono ben cotti possono risultare indigesti, poiché contengono dei polisaccaridi a cui i batteri del colon si devono abituare. Si gustano con la buccia, dove si concentrano le sostanze anticancro. Si può scegliere tra lenticchie, fagioli, ceci e piselli. Ottima la soia, ricca di fitoestrogeni, ci difende dai tumori al seno e all’utero.

Aglio e cipolla
Lo spicchio d’aglio per avere l’effetto massimo andrebbe schiacciato con l’apposito attrezzo: se viene tritato, la sostanza utile si forma solo lungo la superficie del taglio e il resto è perduto. La cottura ne distrugge i principi attivi.

top

Chiudi i Commenti

Lascia una risposta