Corso di Cucina Thailandese

Essa infatti deriva dall’unione della cucina tradizionale con altre cucine che l’hanno notevolmente influenzata come quella cinese, indiana e tante altre. La Thailandia si trovava infatti proprio sulle rotte marittime del commercio fra Oriente ed Occidente ed è stata quindi contaminata dalla cucina indiana e portoghese, araba e persiana. I Portoghesi hanno portato i loro dolci alla corte del Re Narai nel 17°secolo. Il curry indiano e la cucina musulmana furono introdotti ad una festa di palazzo in onore di Rama I nel 18° secolo. Gli stessi monaci buddhisti provenienti dall’India contribuirono all’enorme diffusione del curry. I cinesi introdussero i noodles e l’uso del wook, la tipica padella cinese con il fondo stondato. Altre contaminazioni arrivarono dalle nazioni geograficamente vicine: Laos, Birmania, Vietnam, Cambogia, Malesia e Indonesia. Al popolo Thai va il grande merito di aver mescolato tutte queste influenze creando una cucina unica ed inconfondibile. Lo stesso curry, pur avendo fra gli ingredienti alcune spezie indiane, diventa diverso ed inconfondibile per l’aggiunta di ingredienti tipici thai come la citronella, il basilico thailandese e il galangal, un tubero simile nell’aspetto allo zenzero.

La particolarità della cucina Thai sta nel fatto che incorpora tutti e cinque i gusti: dolce, acido, amaro, salato e piccante.

In ogni piatto i cinque gusti devono essere ben bilanciati. E’ una cucina anche molto adattabile alle proprie preferenze in quanto ognuno può aumentare la quantità dell’ingrediente che determina il gusto a lui più gradito. Per i thailandesi la cucina è arte e viene posta anche un’attenzione quasi maniacale alla presentazione dei piatti che devono essere estremamente curati. Gli chef Thai infatti hanno molta maestria nell’uso dei coltelli con i quali intagliano a regola d’arte frutta e verdura per farne decorazioni per guarnire i piatti.

Ma la cosa più importante della cucina thai sono sicuramente gli ingredienti che devono essere di qualità e freschissimi. Ogni piatto che rispecchi la tradizione deve contenere almeno 12 ingredienti.

Chiudi i Commenti

Lascia una risposta